I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

EVENTI

Felici&Conflenti interpretato dal giornalista Francesco Erbani

Copertina Libro erbani

Felici&Conflenti giorno uno. Comincia oggi l’edizione numero sei di quello che è diventato ormai un appuntamento fisso dell’estate conflentese. Nonché un festival a risonanza nazionale e internazionale. Basti pensare che ne parlano le principali testate giornalistiche regionali e non solo. I corsisti provenienti da Francia, Germania, nord e centro Italia hanno già sistemato le valigie negli alloggi e sono carichi per dare il via all’evento. Che noi di itConflenti vi racconteremo giorno per giorno. Oggi vi anticiperemo uno degli incontri più importanti di questa sesta edizione: la presentazione del libro L’italia che non ci sta. Viaggio in un paese diverso di Francesco Erbani.

L’italia che non ci sta. Viaggio in un paese diverso

Pubblicato lo scorso 11 giugno ed edito da Einaudi, l’ultimo scritto di Erbani è un racconto di speranza. Parla di un’Italia che non si rassegna ma è pronta a riorganizzare il proprio futuro, un’Italia che non ci sta a continuare a essere maltrattata come lo è e lo è stata. Ed Erbani ci racconta la nostra terra senza tralasciare nulla. Partendo dai monti, scendendo nelle valli venete. Passando per l’Abruzzo ferito e i rioni di Napoli. Giungendo nei borghi spopolati del sud per arrivare proprio qui, a Conflenti. Tra le intriganti pagine ecco che si arriva a un punto in cui Erbani ringrazia Teti per avergli fatto conoscere Felici & Conflenti e, di conseguenza, il paese ai piedi del Reventino.

francesco erbani: Lezione Di Zampogna

Leggere come un giornalista di tale calibro racconta il nostro paese fa emozionare. Rimane affascinato dall’imponente Santuario, dalle tegole con versi di poeti nella parte più antica, “nelle strade che la percorrono attorcigliandosi” – scrive. Poco più avanti, leggiamo un passaggio con una nota di amarezza mista, però, a speranza. “Gran parte delle finestre è chiusa. […] Eppure su diversi balconcini le piante sono curate, qualcuno va comunque a innaffiarle, dimostrando che non c’è abbandono finché un geranio fiorisce“. E ci descrive Don Adamo, e il sindaco. Ci parla di Alessio e Antonella, gli ideatori del festival. Ci parla di Felici & Conflenti, che “rianima un paese che andava spegnendosi e che bastavano sopite melodie, persino un santuario e antichi riti religiosi, per dare fiato e coraggio a un piccolo gruppo di nuovi contadini, di artisti poco più che ragazzi che, saltando una generazione, evitano che un centro storico deperisca.” E tutto, visto attraverso i suoi occhi, assume altre sfumature. Ma non vi sveliamo più nulla. Accorrete numerosi alla presentazione giovedì 25 luglio, alle ore 17.00 a piazza Chjianiattu. Un evento moderato da Antonio Cavallaro e con l’intervento di Vito Teti. 

L’autore: Francesco Erbani

Francesco Erbani è uno scrittore nonché giornalista della sezione culturale di “La Repubblica”. Nel 2014 gli è stato conferito il “Premio Giorgio Bassani” di Italia Nostra per il suo impegno nella difesa del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese.

Francesco Erbani: primo piano

Il paesaggio e il patrimonio sono, dunque, temi cardine nelle sue opere tra cui annoveriamo Uno strano italiano, L’Italia maltrattata, La cultura degli italiani. Del 2010 è Il disastro, un’inchiesta sul dopo terremoto che colpì l’Abruzzo e l’ingarbugliata situazione della ricostruzione, ancora incompiuta. Con il suo occhio critico e realista descrive magistralmente le realtà urbane della nostra Nazione. E da qui nasce il saggio Roma. Il tramonto della città pubblica del 2013. Il suo impegno nella salvaguardia della laguna di Venezia è, invece, racchiuso in Non è triste Venezia del 2018. E l’ultimo suo capolavoro sarà presentato proprio a Conflenti, durante la quarta giornata del festival.

Il programma di oggi lunedì 22 luglio

10.00 – Ritrovo in Piazza Visora • Presentazione e iscrizioni • Visita per le vie del paese
12.30 – Villetta comunale  • Pranzo di benvenuto
14.30 – Villetta comunale  • La musica e il ballo dell’area del Reventino-Savuto • Incontro a cura del gruppo di ricerca di Felici&Conflenti
17.00 – LABORATORI DI DANZA E STRUMENTI DELLA TRADIZIONE
• Danza del Reventino| Piazza dell’Emigrato| Andrea Bressi e Serena Tallarico
• Zampogna della presila| Piazza Chjianiattu | Christian Ferlaino e Giuseppe Muraca
• Organetto| Casa di Cicco| Giampiero Nitti e Francesco Mancuso
• Canto Tradizionale | Fontana Pometta | Giuseppe Gallo
• Introduzione alla lira| Villetta Comunale | Francesco Denaro
• Intaglio Tradizionale| Villetta Comunale| Vincenzo Piazzetta
17.00 – Casa del Pellegrino | CartapestiAMO | Associazione Ammàno
21.00 – Piazza Chjianiattu • Cena e festa con i suonatori del Reventino Ospiti: Suonatori e danzatori di San Mango d’Aquino (CZ)

Felici&Conflenti interpretato dal giornalista Francesco Erbani ultima modifica: 2019-07-22T09:30:59+02:00 da Serena Villella
To Top