I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

CIBO CUCINA CONFLENTESE CUCINA TRADIZIONALE

Vrasciole e risu: croccanti finger food conflentesi

Vrasciole E Risu pronte in un vassoio

Oggi prepariamo insieme una ricetta tipica della gastronomia conflentese: e vrasciole e risu. Croccanti crocchette fatte con riso, uova, formaggio e prezzemolo. Un classico per aperitivi e antipasti, ma anche golosi stuzzichini che rallegrano le nostre tavole. Un finger food, per utilizzare un termine straniero, che non può di certo mancare durante le scampagnate. Che sia pasquetta o ferragosto, accompagnano i picnic e sono le prime a sparire dal vassoio.

Ingredienti

Per un ricco vassoio di vrasciole e risu occorrono:
1 kg di riso originario o per arancini
8-10 uova
Formaggio grattugiato a piacere (tradizione vuole che si usi il pecorino, ma va bene anche il misto o, per chi vuole un gusto più delicato, grana o parmigiano)
Sale q.b.
Prezzemolo.

Vrasciole E Risu: fase di Preparazione

Come preparare delle croccanti vrasciole e risu

Il primo passo da compiere e cuocere il riso in abbondante acqua salata. Deve essere cotto a puntino, e soprattutto non dev’essere scotto altrimenti le nostre vrasciole diventano mollicce. Poi va scolato per bene e lasciato raffreddare completamente. Quando il riso è ormai freddo lo sistemiamo in un’ampia ciotola e aggiungiamo le uova intere, il formaggio, il prezzemolo tritato e aggiustiamo di sale. Mescoliamo per bene, in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. E siamo pronti a creare le nostre crocchette. Prepariamo un piatto con dell’olio di semi con il quale ungiamo di tanto in tanto le mani in modo che l’impasto non attacchi. E diamo forma alle nostre vrasciole. La tipica è quella di una crocchetta con le punte arrotondate. Per rendere l’esterno bello croccante, ungiamo di nuovo le mani prima di dare un’ultima passata. Adagiamole su un canovaccio, o un vassoio, e continuiamo fino a terminare tutto l’impasto.

Frittura delle vrasciole e risu

Nel frattempo, mettiamo a scaldare l’olio di semi, preferibilmente di arachide, in una padella dai bordi alti. Quando raggiunge la temperatura adeguata, l’ottimale per ottenere una frittura perfetta è tra i 165° e 185° gradi, tuffiamo le nostre crocchette. Giriamo di tanto in tanto e lasciamo cuocere finché la superficie non sia completamente dorata. Una volta scolate, posiamole su carta assorbente così da asciugare l’olio in eccesso. E le vrasciole e risu sono pronte per essere servite. Avvertenza: lo sapete che una tira l’altra? Quindi, consumare con moderazione!

Vrasciole e risu: croccanti finger food conflentesi ultima modifica: 2020-07-24T09:00:00+02:00 da Serena Villella

Dove puoi trovare il prodotto

To Top