La cucina tradizionale conflentese: cose bbone d’i Cujjienti - itConflenti

itConflenti

CIBO CUCINA CONFLENTESE CUCINA TRADIZIONALE STORIE DEL BORGO

La cucina tradizionale conflentese: cose bbone d’i Cujjienti

Cucina Conflentese

La cucina conflentese è da sempre caratterizzata dalla bontà, qualità e genuinità delle materie prime. I nostri antenati, in periodi in cui gli scambi di merci erano molto limitati, sono riusciti a soddisfare i piaceri del gusto utilizzando gli ingredienti che avevano a loro disposizione con garbo e fantasia. Tutti prodotti elargiti generosamente e spesso spontaneamente dalle nostre colline.

Una cucina molto legata a quelle che erano le produzioni più importanti e caratterizzanti l’economia locale, come il miele, il vino, le castagne e un’agricoltura intensiva ed essenzialmente di autosussistenza, da cui arrivavano molti ortaggi e legumi.

È ovvio che si tratta di una cucina fondamentalmente povera, eppure, allo stesso tempo, sorprendentemente ricca in alcune sue espressioni, come quella dei dolci tipici in cui ha raggiunto livelli di eccellenza.

Cannarutie

Nei tempi passati, in occasione di zitaggi o altre liete ricorrenze e per le feste più sentite si ricorreva all’aiuto di abili  maestre dolciarie che preparavano autentiche prelibatezze: bocconotti, cuddruriaddri, cuzzupe, suspiri, turdiddri, grispeddre, panette e viscotta e tanto altro.

La loro maestria era fuori dal comune, creavano addirittura con la duttilissima pastella i cestini in cui poi presentavano le loro prelibatezze.

Alcune “mastre” come Licrizia Paola, Ida Raso, Maria Ddelia o Francischina Coltellaro sono rimaste famose, e la loro arte e maestria, per fortuna, è stata tramandata molto bene, e ancora oggi Conflenti mantiene questa grande tradizione.

La memoria storica ci dà precetti cujjientari assolutamente autentici per la preparazione di queste cannarutie. Vi forniamo le ricette di alcune di queste prelibatezze attraverso i link in questo articolo; altre possono essere trovate navigando nel sito Conflenti.italiani.it, nella speranza che diventino per sempre patrimonio della nostra comunità. Di seguito la ricetta dei Buccunotti.

                               La ricetta dei Buccunotti

  • 1,5 – 2 kg di farina 00. La quantità è orientativa, dipende da quando ne assorbe l’impasto, che deve risultare morbido
  • 800 gr di zucchero
  • 800 gr di strutto
  • 12 uova
  • due bustine di lievito per dolci
  • la scorza di due limoni
  • mostarda d’uva
  • zucchero

Preparazione

Setacciate la farina su un piano di lavoro, formando con essa una fontana nella quale mettere, uno per volta, le uova. Mescolate il tutto. In seguito, unite lo strutto, lo zucchero, il lievito e la scorza del limone impastando bene, fino a ottenere una pasta compatta con la quale formare un panetto. Non lavorate troppo l’impasto, altrimenti assorbe sempre più farina. Preparate le formine. Poi con un po’ di impasto stendete una sfoglia spessa circa mezzo centimetro. Formate delle pinne, ossia cerchi dalle dimensioni della formina, e ponetele all’interno dello stampo, facendo ben aderire. Riempite con un cucchiaino di mostarda d’uva. Con un altro cerchio di impasto coprite la formina. Premete bene sui bordi per evitare la fuoriuscita della mustarda ed eliminate la pasta in eccesso. Ponete le forme su una teglia, non molto vicine, facendo cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa. Una volta cotti fateli raffreddare, toglieteli dalle forme. Infine, infarinate nello zucchero. E sono pronti da gustare. Attenzione a non scottarvi con la mostarda!

Cucina tipica

Per quanto riguarda la cucina tipica, vi segnaliamo invece alcune pietanze povere, ma estremamente gustose: vrasciole ‘e risu, vecchiareddre ‘juri ‘e cucuzza, frittata ‘e vitarve, milangiane chine , minestra maritata stufata ccu sazizze ‘e purmune e curacchi o minestra servaggia (vedi libro G. Carnovale)

La cucina tradizionale conflentese: cose bbone d’i Cujjienti ultima modifica: 2022-04-05T13:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x