I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

CIBO CUCINA CONFLENTESE CUCINA TRADIZIONALE

Vecchiareddre di fiori di zucca: bontà in pastella

Fiori di zucca fritti in pastella

Perché si chiamano così non ve lo sappiamo dire. Ma ciò che è certo è che ogni conflentese adora e vecchiareddre de juri. E siamo sicuri che tutti sappiano preparare queste golose frittelle di fiori di zucca in pastella. A chi, invece, non le ha mai cucinate ci pensiamo noi. Ecco ingredienti e procedimenti.

Come preparare le vecchiareddre

Occorrono un mazzo di fiori di zucca ben aperti, due uova, 200 ml d’acqua circa, 250 g di farina. E poi sale , formaggio pecorino o parmigiano grattugiato, foglioline di basilico e olio di semi per friggere.
Iniziamo a preparare la pastella sbattendo le uova con l’acqua (chi preferisce può usare anche una parte di acqua e una di birra). Saliamo, aggiungiamo la farina setacciata e sbattiamo bene per evitare che si formino grumi. Copriamo la pastella con della pellicola trasparente e lasciamo riposare in frigo. Nel frattempo, quindi, laviamo i nostri fiori di zucca sotto l’acqua e togliamo i filamenti e i pistilli. Se quest’ultimi vi piacciono, potete anche lasciarli. Asciughiamoli per bene.

Ora, c’è chi preferisce lasciare il fiore intero e chi, invece, sceglie di farli a pezzettini. Nel primo caso, basta prendere un fiore per volta e passarlo in pastella ricoprendolo completamente. E poi tuffarlo nell’olio bollente, girarlo ogni tanto e friggere fino a doratura. La seconda opzione prevede che i fiori spezzettati vengano messi nella pastella aggiungendo, a piacere, del formaggio grattugiato e del basilico. Si mescola il tutto, si porta l’olio a temperatura e poi con un cucchiaio si prende un po’ di pastella e la si adagia nell’olio bollente creando, così, una frittella. Le vecchiareddre vanno girate di tanto in tanto e, una volta raggiunta la doratura ottimale, vanno tolte, scolate, asciugate e, ovviamente, mangiate!

Vecchiareddre In Piatto

Sfiziosità

E che ne dite dei fiori di zucca ripieni? Una variante moderna delle classiche vecchiareddre conflentesi. Il fiore, prima di essere tuffato in pastella, può essere riempito con filetti di acciuga o qualche cubetto di provola e prosciutto o con mozzarella. O con ciò che vi passa per la testa. Qualsiasi cosa inseriate, il risultato sarà di certo goloso. Badate bene a chiudere il fiore dalla punta, passate in pastella e mettete in padella. Buon appetito!

Vecchiareddre di fiori di zucca: bontà in pastella ultima modifica: 2020-09-02T09:00:00+02:00 da Redazione
recipe image
Vecchiareddre di fiori di zucca: bontà in pastella

Dove puoi trovare il prodotto

To Top