I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

CULTURA

Sussurri del Reventino, per ricordare i luoghi del cuore

Sussurri e i Libri

Sussurri del Reventino, questo il titolo del libro di Maria Grazia Paola presentato nella sala municipale di Conflenti. L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale Confluentes presieduta da Laura Folino. A parlare del libro, insieme alla stessa autrice, il critico letterario Pasquale Allegro e l’editrice Nella Fragale. A declamare i versi la profonda e calda voce di Giancarlo Davoli.
Maria Grazia Paola è nata a Conflenti ma da molti anni vive a Lamezia. Laureata in lettere con un’abilitazione all’insegnamento della psicologia, ha studiato anche giurisprudenza e ha insegnato nelle scuole medie e superiori. Ha lavorato nella ex Asl di Lamezia come responsabile dell’ufficio legale e come componente della struttura “Relazioni esterne”.

Sussurri nella sala
Un momento della presentazione del libro Sussurri del Reventino

Sussurri del Reventino, ovvero i momenti della vita tradotti in rime

Pur avendo avuto sempre una vita professionale molto attiva, Maria Grazia Paola ha sempre amato la scrittura e l’arte del poetare. Infatti nel 2016 ha pubblicato una raccolta di poesie dal titolo Ritorno dell’emigrante.

Sussurri del Reventino, ricordando le persone amate e i luoghi del cuore

Nella sala comunale di Conflenti la presentazione del libro Sussurri del Reventino si dipana piacevolmente in un’amabile conversazione fatta di emozionanti e anche commoventi amarcord. L’incontro inizia con la lettura della poesia “La tarantella” accompagnata dalla musica “Tarantula dance” del compositore Ennio Paola residente in Canada.

presentazione libro Sussurri del reventino
Maria Grazia Paola interviene parlando della sua opera

Il critico Pasquale Allegro definisce il monte Reventino come uno dei protagonisti dell’opera di Maria Grazia Paola. “I pensieri dell’autrice si staccano come palloncini in cielo – evidenzia ancora il critico letterario – come quando si torna bambini o ci si lascia al ricordo di come si amava un tempo. E non c’è poesia di Rilke o di García Lorca che sappia raccontare cosa succede negli occhi di chi rientra nella propria casa, il momento per la poesia resta fuori, acquattata nel crepuscolo tra sogno e realtà”. I versi ‘sussurrati’ di Maria Grazia Paola ricordano ad ognuno di noi “che il passato vive ed è necessario che viva. I luoghi sono voci, immagini, memoria, storia individuale e collettiva per un cammino consapevole in ogni tempo, per tutto il tempo”.

Grafichè, giovane casa editrice lametina

Il libro Sussurri del Reventino era già stato presentato di recente nell’ambito della rassegna letteraria “Inchiostri d’autore” ideata e promossa dalla Tipografia Grafiché di Lamezia Terme che è anche editrice del volume. Nella Fragale, titolare della giovane casa editrice, ha presenziato anche all’evento di Conflenti rievocando i punti salienti dell’opera. Un percorso a ritroso nel tempo che fa rivivere uno spaccato storico molto forte.

Sussurri e il dibattito
L’editrice Nella Fragale prende la parola durante il dibattito

L’opera ripercorre la vita di Conflenti, piccolo paese della Calabria che, per tutto il Novecento, vive il triste fenomeno dell’emigrazione. E poi ancora il tempo felice dell’infanzia passato troppo in fretta, le tradizioni mai dimenticate di una terra genuina dal sapore unico e dai profumi indescrivibili. Sussurri del Reventino è un inno alla bellezza del proprio paese natìo, amato e cantato in ogni suo aspetto, per ogni sua peculiarità. Il paese in cui si è nati è il luogo dove ritrovare sè stessi, un rifugio dove ‘ripararsi’ dalle intemperie della vita.

la scrittrice dedica il libro ai lettori
Maria Grazia Paola autografa il libro per i lettori

Il concorso regionale di poesia dialettale “Vittorio Butera”

A conclusione dell’evento Laura Folino rende noti i nomi dei vincitori del concorso regionale di poesia dialettale “Vittorio Butera. Il primo classificato è Mario Cuglietta con la poesia Brittune. Al secondo posto Francesco Reitano con la poesia U quatru d’a vita; terzo classificato Pasqualino Virginio Mastroianni con la poesia A cuzzupa. Giunto all’ottava edizione, il concorso è stato pensato per far conoscere la produzione letteraria di Vittorio Butera, grande poeta conflentese. Altra finalità è anche quella di promuovere e diffondere la cultura e le tradizioni di Conflenti, universalmente nota come il luogo delle apparizioni della Madonna della Quercia di Visora. Nelle scorse edizioni sono state realizzate varie iniziative per omaggiare anche altri grandi autori del territorio. Al centro degli incontri dell’associazione i poeti del Reventino, una delle aree montane più suggestive di tutta la Calabria.

Sussurri del Reventino, per ricordare i luoghi del cuore ultima modifica: 2019-09-20T09:00:35+02:00 da Maria Scaramuzzino
To Top