I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

ARTE CHIESE

Opere d’arte all’interno della Basilica: scopriamole insieme

opere d'arte nella basilica

opere d'arte nella basilica della Madonna della Quercia

Maestosa ed elegante, la Basilica della Madonna della Quercia di Visora, per cui Conflenti è conosciuta nel Mondo, accoglie conflentesi e non nel piccolo centro urbano ai piedi del Reventino. Edificata per volere della Vergine, la struttura risale al 1580 e presenta una pianta a tre navate che ha subito nel corso dei secoli diversi rimaneggiamenti. È parere comune che la Basilica rappresenti la “grande bellezza” di Conflenti. Una volta al suo interno, l’attenzione è posta sulla Statua della Madonna della Quercia, che accoglie tutti con amore materno. Ma avete mai fatto caso alle altre opere d’arte custodite al suo interno? Vi raccontiamo, oggi, i dipinti nati per mano del Cav. Zimatore e di suo nipote Diego Grillo da Pizzo Calabro.

Opere d'arte: Apparizione Della Madonna Nella Basilica
L’apparizione della Madonna della Quercia di Visora

Le opere d’arte della navata centrale

Sul soffitto della navata centrale sono collocati tre grandi quadri. L’occhio va subito a “L’apparizione della Madonna della Quercia di Visora”. Di dimensioni molto più grandi rispetto agli altri due, si colloca centralmente e si sviluppa in tre registri. In basso le anime dei dannati in un groviglio di corpi e figure alate, ammassati nel fuoco, verso le quali si sviluppa un angelo nell’atto di suonare un corno. Questa figura funge quasi da raccordo tra i due registri, creando una sorte di movimento circolare dell’immagine della Vergine verso le creature infernali. A sinistra, invece, in posizione simmetrica rispetto all’Angelo, troviamo S. Andrea, raffigurato nel momento della Crocifissione, e San Nicola di Bari.

Opere d'arte: Affresco soffitto
Il Martirio di S. Andrea

I due sono Santi Protettori, rispettivamente, di Conflenti inferiore e Conflenti superiore. Al centro dell’affresco campeggia l’immagine della Vergine che sorregge il bambino con in mano un ramoscello di Quercia. Nel registro superiore, tra le nubi, angeli giubilati, suonano.

S. Andrea Apostolo

Ne “Il Martirio di S. Andrea”, presente sempre sul soffitto, l’apostolo, avvolto in un panno rosso, con la “sua” croce caratteristica, è pronto per il martirio. Un angelo possiede la corona di gloria che verrà messa sul suo capo, simbolo della testimonianza della fede in Cristo. Sul lato sinistro, poi, coloro che hanno decretato la sua crocifissione, indifferenti ed elegantemente vestiti, assistono alla sua morte. La presenza dell’affresco dedicato all’apostolo fratello di Pietro, deriva dal fatto che la Basilica ricadeva, e ricade tutt’ora, nella parrocchia di S. Andrea. Anche “La predicazione del Battista”, sul lato opposto, risulta essere  legata alla storia della nostra Basilica.

Affresco Basilica
La Predica del Battista

San Giovanni Battista, Re Erode e Santa Cecilia

La terza apparizione della Madonna, infatti, e la prima nel luogo Visora, avvenne la sera del 24 giugno 1578. In quella data la Vergine apparve a un uomo storpio di un piede e cieco di un occhio. Nel giorno in cui la chiesa celebra San Giovanni Battista, l’uomo, tra l’altro di nome Giovanni, fu miracolato. E avete mai provato a dare le spalle alla Statua della Vergine e a porre lo sguardo verso l’alto? Lì dove si colloca il coro troviamo altre due opere d’arte che raffigurano Re Davide e Santa Cecilia. Il primo, sulla sinistra, è rappresentato mentre suona l’arpa. Ai suoi piedi numerose pergamene contengono, molto probabilmente, diversi salmi da lui composti che la Chiesa prega ancora oggi. A destra, invece, figura Santa Cecilia. Intenta a suonare un pianoforte, non a caso si trova lì. La Santa, celebrata il 22 novembre, è protettrice della musica.

Re Davide E Santa Cecilia nella Basilica
Re Davide E Santa Cecilia

Durante il loro soggiorno a Conflenti, Zimatore e Grillo realizzarono anche un’altra opera d’arte. Si tratta di un dipinto raffigurante Maria SS. Immacolata, collocato nell’omonima Chiesa. Proprio nei prossimi giorni ritornerà nella sua sede dopo i lavori di restauro.

Ringraziamo Marianna Roperti per averci fornito le informazioni a riguardo.

Opere d’arte all’interno della Basilica: scopriamole insieme ultima modifica: 2019-11-25T10:09:21+01:00 da Mariateresa Marotta
To Top