I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

VALORI ED EMOZIONI

Caro diario, sembra che la vita sia diventata uno schermo

Diario di Denyse

Un’altra pagina del diario di Denyse.

Caro diario,

Finalmente Conte ci ha permesso di uscire liberamente, ma sempre con le mascherine e stando a distanza. Possiamo passeggiare con gli amici e andare dai parenti. Purtroppo è venuta a mancata la mia nonna migliore, nonna bis! Ancora di più ricorderò questo periodo di Coronavirus.
Devo ammettere che in questi mesi alcune cose sono cambiate. Oggi, per esempio, sono andata al supermercato con mia mamma e ho notato che rispetto al solito c’erano molte meno persone e gli scaffali erano pieni e non sono rimaste solo le penne lisce. All’inizio della quarantena il tempo sembrava non passare mai, invece ora sta proprio volando. Ora 8:30: suona la sveglia e portò fuori il cane. Ore 9:30: cominciano le video lezioni. Alle 12 porto di nuovo fuori Scirea. Ore 13: finalmente si mangia. Ore 15: di nuovo video lezioni.

Diario

Oggi mi è venuta in mente la scuola elementare e le mie insegnanti. In particolare la maestra Amalia. E le dico mille volte “grazie maè” per tutte le volte che mi hai rimproverato. Solo oggi capisco che quei rimproveri erano giusti e importanti. E solo oggi capisco quanto la scuola è importante. Una volta facevamo il salti di gioia quando, per un motivo o per un altro, non si doveva andare a scuola. Oggi siamo costretti a non andarci. E forse per questo ne sentiamo nostalgia. Alla fine la scuola è come una grande famiglia. Siamo pochi e ci conosciamo tutti. È come sentirsi a casa.

Ma oggi ho pensato anche un’altra cosa. E cioè che la vita è diventata uno schermo. Uno schermo la TV per l’informazione quotidiana dei TG. Uno schermo i tablet e i computer per seguire le lezioni. Un altro schermo gli smartphone per giocare e sentirsi con gli amici. Insomma siamo diventati forme in 2D e la tecnologia ha cancellato ogni contatto fisico. Però è stata anche l’unico mezzo per restare in contatto con il mondo durante questi mesi di quarantena. L’unico per andare a scuola e per vedere e sentire amici e parenti.
Penso che per staccarmi dalla monotonia quotidiana farò una cheesecake con mia mamma (anche se io volevo il tiramisù alla Nutella). Mi accontento!

Caro diario, sembra che la vita sia diventata uno schermo ultima modifica: 2020-06-05T09:30:00+02:00 da Lucy Stranges
To Top