CIBO TRADIZIONI

La tradizione culinaria

Prodotti Conflentesi
18412,18354,18243,18241,18169,18156,17775

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

La cucina conflentese si caratterizza per la sua bontà, qualità e genuinità di molte materie prime. I prodotti tipici derivano dalla campagna e sono più famose delle ricette. Come tutti sappiamo, parliamo di una cucina dal sapore piccante. L’elemento che la caratterizza è il peperoncino, che è utilizzato in tutti i modi; crudo, cotto, o per insaporire i primi. È presente nei salumi più famosi al mondo. L’amore per il piccante è radicato, anche se spesso viene utilizzata una variante dolce, dal colore più sfumato.

I prodotti tipici

Regina indiscussa dei salumi è la Nduja, una salsiccia particolare, tenera, tanto da essere spalmata sul pane. È preparata con la parte del maiale più delicata: sottopancia, testa e coscia. Sono aromatizzate con abbondante peperoncino. L’altro insaccato tipico è la Soppressata, preparata con le parti migliori della coscia di maiale. A differenza dell’Nduja, la Soppressata è un salume dalla consistenza più dura e per questo è tagliata a fette. Molto rinomato è il Capocollo, preparato con testa e filetto. Con la parte più grassa del maiale si preparano le salsicce rosse piccanti, ideali per aromatizzare il sugo, sminuzzate nella pasta.

Numerosi piatti sono molto legati alle ricorrenze religiose. A Natale e all’Epifania è usanza mettere in tavola numerose portate: grispelle, “turdiddri“, mentre a Carnevale si mangiano polpette e carne di maiale. La Pasqua si festeggia con l’arrosto d’agnello e con i buonissimi “fraguni“. Molta importanza la rivestono i cibi conservati, come le acciughe sotto sale (dissalate e messe sotto olio col peperoncino), i formaggi e i pomodori seccati. Un ruolo centrale è occupato dal pane, curato nella preparazione, e dalla pasta fatta in casa. Fra i secondi, apprezzatissimi sono “patate e pipe frjute“, una gustosa leccornia di peperoni e patate e le “melangiani chjine” che si preparano con il ripieno della polpa delle stesse melanzane. Pietanze che non mancano mai a tavola. Sono preparate soprattutto durante “u juarnu a Madonna“.

Vi proponiamo alcuni dolci tipici

Le Mastazzola, biscotti tipici a base di miele
La Cuzzupa, preparata per le festività pasquali
I Bucchinotti che consistono in uno scrigno di pasta frolla che racchiude la “mostarda” o cioccolato
Le Susumelle, preparato con uva passa, miele e cioccolato
I Marzelletti, biscotti fatti con miele e mandorle
Le Chiacchiere, fritte a carnevale.

 

 

 

Veronica Carullo

Autore: Veronica Carullo

“Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”

Ho 23 anni.
Studio comunicazioni, tecnologie e culture digitali.
Amo la fotografia e la scrittura con cui esprimo me stessa e tutto ciò che ho intorno.
Appassionata di cinema.

La tradizione culinaria ultima modifica: 2018-10-11T09:00:35+00:00 da Veronica Carullo

Commenti

To Top