LUOGHI DI RITROVO PIAZZA PIAZZE

La piazzetta del Bar Centrale, cornice delle storie più belle

Piazzatta Pontano. lo zampillo centrale

Nei piccoli paesi come nelle grandi città c’è sempre una zona che più delle altre funge da ritrovo. A Conflenti possiamo dire che questo posto coincide con Piazza Pontano. Qualcuno ancora dirà: “e dove è questa piazza?”
E si, perché a Conflenti il posto che andrò a descrivere viene chiamato semplicemente “a piazzetta” o al massimo “piazzetta del Bar Centrale”.

La piazzetta fino agli anni ’80

Piazza Pontano nel corso degli anni ha avuto diversi mutamenti. Partendo dalla fine degli anni 80, quando una vera e propria piazza non esisteva. C’era un’abitazione che faceva da “spartitraffico” e che divideva il passeggio dei conflentesi, dalla parte del bar gli uomini, al di là della casa le donne. Con il passare degli anni si è avvertita la necessità di allargare la strada e nel 1987 la casa venne abbattuta. Ne uscì fuori la mamma della piazzetta attuale, poco al di sotto del piano strada e con un zampillo al centro con quattro fontane e i pesci rossi a sguazzare nella vasca inferiore. È qui che i ragazzi nelle sere d’estate tentavano l’approccio con le ragazze, schizzandosi acqua a vicenda a mo di scherzo così da rompere il ghiaccio. Dalla parte opposta alla strada due scalini fungevano da seduta con un balconcino a colonnine.

Piazzetta. Com'era Un Tempo

Quando ancora la ‘nostra’ piazzetta non c’era.

Gli anni ’90: dove il tempo si fermava

Nei cassetti di tutti i ragazzi degli anni 90 è facile trovare delle foto che immortalano i momenti trascorsi su quei gradini. Inverno o estate che sia, con il sole o con la neve (ebbene sì una volta nevicava anche a Conflenti). Nelle sere d’estate dal nulla spuntava una chitarra e in un batter d’occhio arrivava l’alba senza nemmeno accorgersene. In piazzetta gli orologi non scandivano più le ore, il tempo si fermava.
La piazzetta ha fatto da cornice alla nascita di tante storie d’amore, a tante feste e balli, a tante chiacchierate e confidenze, e ogni qualvolta un gruppetto si riunisce su quei scalini chiunque passa vede nei ragazzi di oggi la propria gioventù.

Piazzetta Com'è Attualmente

La piazzetta di notte

All’alba del 2000

All’alba degli anni 2000, nell’intenzione di modernizzarla, si è pensato di cambiare gli scalini, rimuovere le colonnine e, ahimè, togliere lo zampillo. Ne è venuta fuori una piazza molto più ampia ma senza identità, senza un particolare che la contraddistingue tranne per il fatto che è sempre la “piazzetta”.
Si è pensato anche di darle un nome ufficiale. Piazza Tommaso Pontano in onore di uno scienziato clinico nato a Conflenti nel 1882, direttore degli ospedali di frontiera durante la prima guerra mondiale e primario degli ospedali riuniti di Roma fino al 1955.
Oggi come in passato durante il mese di agosto la piazza viene sfruttata dal Bar Centrale con tavolini e sedie perché la magia che trasmette “a piazzetta” contagia tutti, vecchie e nuove generazioni.

Piazzetta oggi

La piazzetta: centro della vita sociale –  Credit: Emanuele Mastroianni

Cristian Villella

Autore: Cristian Villella

Proprietario del Bar Centrale dal 2006, amico di tutti e sempre disponibile ad aiutare chi ha bisogno. Mi piace leggere e non mi reputo uno scrittore.

La piazzetta del Bar Centrale, cornice delle storie più belle ultima modifica: 2019-04-08T09:27:21+02:00 da Cristian Villella

Commenti

To Top