FESTA SITI RELIGIOSI TRADIZIONI

Il 2 Luglio ara Cirzuddra, tra fede e tradizione

2 Luglio: La chiesa con i fiori

Tante sono le feste che abbiamo a Conflenti che riguardano l’aspetto religioso. Una però è più particolare delle altre. Sto parlando della festa del 2 luglio in Querciola

Perché questa festa

La Querciola è il luogo simbolo delle apparizioni della Vergine Maria che proprio in quel punto si rivelò al pastorello Lorenzo Folino. Qui, posandosi su una quercia, chiese allo stesso di farsi messaggero verso le autorità affinché erigessero un tempio a Lei dedicato in località Visora. Il due luglio quindi è il giorno in cui si ricorda questa e tutte le altre apparizioni della Madonna. In località Serracampanara troviamo la chiesetta della Querciola appunto, costruita con le offerte dei fedeli nel 1862. Restaurata una prima volta nel 1968, dopo che il terremoto del 1905 la mandò in rovina, e poi più recentemente da padre Nathanael.

2 luglio: la chiesa della querciola

Il 2 luglio nel tempo

Tipica era l’usanza dei nostri nonni recarsi a piedi dal paese fin su in Querciola per rendere grazie alla Madonna per una grazia ricevuta o più semplicemente per una preghiera. Dal fiume si risaliva fino in cima, all’ombra di querce e castagni. Oggi sempre meno persone fanno questo “pellegrinaggio” sia perché la fede non è più radicata come un tempo sia perché grazie all’impegno delle amministrazioni comunali sono stati messi a disposizione i pulmini che fanno da navetta gratuitamente.

2 luglio: nu Priaviticchiu

Nu priaviticchiu e Santu Ntoni

Il 2 luglio per i ragazzi

Esistono però alcune compagnie di ragazzi che negli anni hanno sperimentato il trascorrere la notte a cavallo tra giorno 1 e 2 in Querciola, tra balli, canti e qualche bicchiere in allegria.  Altri invece preferiscono risalire a piedi il percorso della fiaccolata la mattina presto. Rincorrendo qua e la i “priaviticchi” che popolano i boschi in questi periodi. Arrivati in cima si corre a suonare le campane come giubilo per aver raggiunto la meta. Non prima comunque di rendere grazie alla Madonna.

2 luglio: la chiesa vista di notte

La magia della chiesa di notte

La giornata

Dalle prime luci dell’alba piccole bancarelle occupano la strada a lato della chiesetta con prodotti tipici, frutta fresca giocattoli e abbigliamento. Alle 10:30 la Santa Messa di ringraziamento alla Madonna. Come vuole la tradizione poi, ci si ferma a fare pic nic nei boschi, nelle aree attrezzate per grigliare. O più avanti, al campetto, dove poi ci si ritrova per una partitella a calcio. Sempre come vuole la tradizione, nel tardo pomeriggio si fa ritorno a casa rigorosamente a piedi. Appuntamento fisso quindi questo giorno per i conflentesi, che fanno di tutto per non mancare al 2 luglio ara Cirzuddra. Soprattutto i ragazzi che affrontano la maturità sperano che gli esami orali non siano proprio in concomitanza con questa giornata.

Cristian Villella

Autore: Cristian Villella

Proprietario del Bar Centrale dal 2006, amico di tutti e sempre disponibile ad aiutare chi ha bisogno. Mi piace leggere e non mi reputo uno scrittore.

Il 2 Luglio ara Cirzuddra, tra fede e tradizione ultima modifica: 2019-07-01T09:00:29+02:00 da Cristian Villella

Commenti

To Top