LO SAPEVI CHE MITI E LEGGENDE

Lo sapevi che la Madonna “s’intromise” nei lavori della Chiesa?

La Madonna e il portone sotto il Colonnato

Il potere che ha dimostrato di avere la Madonna della Quercia di Visora è ben conosciuto. Sappiamo che apparve poggiando un piede su una pietra sulla quale lasciò un’impronta ancora visibile. Sappiamo anche che compì numerosi miracoli. E ancora, che salvò Conflenti dal terremoto che distrusse i paesi vicini. E  sappiamo anche che fece di tutto per aver una chiesa a lei dedicata nel punto da lei desiderato. Ma lo sapevi che intervenne, a modo suo, durante i lavori di costruzione della chiesa? Decise, infatti, dove doveva essere l’ingresso principale, mostrando la sua totale disapprovazione sul progetto dell’architetto. Vi raccontiamo la leggenda e i motivi di questo dissenso.

La Madonna della Quercia disapprovò il progetto

Nel momento della costruzione della chiesa si era pensato di aprire l’ingresso principale sotto il colonnato che dà su piazza Visora. In effetti, ancora oggi è visibile, dietro le colonne, un portone ligneo. Ma la Madonna, a quanto pare, non era d’accordo su tale disposizione. Narra la leggenda che gli operai quando al mattino presto giungevano sul cantiere trovarono, più di una volta, la porta caduta. E una volta l’attribuirono a un incidente. Un’altra magari a un errore. Finché capirono che la porta cadeva per mano della Vergine, che non la voleva in quel punto bensì dal lato opposto. Di fatto, il portone principale è, oggi, dall’altro lato e la statua di Maria dà le spalle al colonnato. Ma perché?

La madonna domina all'Interno Chiesa

Il primo perché

Esistono varie ragioni sul perché la Madonna volesse l’entrata dal lato opposto a quello designato nel progetto. Ve le raccontiamo. La prima versione ci racconta che la Madre Celeste desiderava essere rivolta verso sua madre. Sant’Anna, infatti, si trovava e si trova tutt’ora a Motta Santa Lucia. Se l’ingresso fosse stato sotto il colonnato la Madonna avrebbe dato, dunque, le spalle a sua mamma. Affinché ciò non avvenisse diede un segnale di dissenso.

La seconda ragione sul perché la Madonna voleva l’ingresso sul Sagrato

La seconda versione narra un altro motivo per il quale la patrona di Conflenti desiderasse l’ingresso dov’è oggigiorno. Maria voleva guardare sua sorella, la Madonna del Rosario, sita a Martirano. Quindi, anche in questo caso, se l’ingresso fosse stato sotto le colonne si sarebbe trovata di spalle a sua sorella.

Facciata Santuario Madonna della Quercia

Gli ingressi sulla facciata principale del Santuario – Credit: Diocesi di Lamezia Terme

La terza versione

L’altra versione espone quello che potrebbe essere il motivo più valido di questa Sua disapprovazione. Maria voleva essere posta in modo da dirigere lo sguardo verso la Diocesi di Martirano, alla quale apparteneva. E con l’ingresso sotto il colonnato, di conseguenza, la statua sarebbe stata collocata nel senso opposto. Se, poi, con la mente andiamo in Querciola, dove si trova la “pedata” che la Madonna lasciò quando apparve, abbiamo un dettaglio a supporto di quest’utlima versione. L’impronta del piede ha lo stesso orientamento dell’ingresso al Santuario che la Vergine indicò. La Madonna, dunque, desiderava volgere il suo sguardo materno verso la sua diocesi e tutti i paesi della Valle del Savuto. Come per abbracciarli e tenerli sotto la sua sorveglianza e protezione.

La Madonna volle il portone sulla facciata principale

Com’era un tempo la facciata principale del Santuario, oggi Basilica Minore

 

Non sappiamo se è vero che gli operai trovarono la porta caduta o se è puramente frutto della fantasia, attorno al quale è nata una leggenda. Ma abbiamo ritenuto fosse un racconto bello da condividere con tutti i nostri lettori.

Fonte: Angela Rubino e Maria Scalese

Lo sapevi che la Madonna “s’intromise” nei lavori della Chiesa? ultima modifica: 2019-07-04T09:30:54+02:00 da Redazione

Commenti

To Top