DIALETTO PERSONAGGI

“‘A licerta e ru curzune” di Vittorio Butera

a licerta e ru curzune in Canta Pueta

‘A licerta le dicìu:
– Bellu miu,
Si camini ccussì stuartu
Quannu arrivi? Doppu muortu?
A ra scola ‘un ce si’ statu?
E ru mastru ‘un te l’ha ddittu
Ca ‘u caminu cchiù bbicinu
Sulamente è ru dirittu?
Già, i curzuni, tutti quanti,
Siti stùpiti e gnuranti.
– Hai ragiune! Vere sperte
‘un ce siti ca ‘e licerte;
Ma ‘sta vota si’ ‘nna ciota.
E ppûe dire a Ddonnu Titta
Ca, cu tutta ‘a giumitrìa,
‘A cchiù storta d’ogne bbia
Quasi sempre è ra diritta!…
Chine vo’ ppriestu arrivare
È strisciannu e stuorticannu
Ch’a ‘stu munnu ha dde marciare!-

Alcuni versi della poesia ‘A licerta e ru curzune del poeta dialettale conflentese Vittorio Butera.
E voi, con chi siete d’accordo? Con ‘a licerta o con ‘u curzune? Qual è il percorso migliore per raggiungere una meta?

“‘A licerta e ru curzune” di Vittorio Butera ultima modifica: 2020-02-12T09:23:56+01:00 da Redazione

Commenti

To Top