I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

INTERVISTE SPORT

L’intervista del mercoledì, ultimo atto: dirigenti e tifosi, a voi la parola!

Copertina squadra

Lo scorso 5 maggio si è concluso il primo campionato di ASD Conflenti. La rubrica “L’intervista del mercoledì” si conclude con i pensieri di alcuni dirigenti della società  ( Nicola Stranges, Riccardo Cerqua, Cristian Villella, Luca Marotta e Vincenzo Ciconte) e di alcuni tifosi gialloblù. Buona visione…e al prossimo anno!

Dirigenza

Perchè hai deciso di entrare a far parte della dirigenza e aiutare questi ragazzi a creare la squadra?

C: Diciamo che vivendo gli anni belli del calcio in passato era un peccato non avere più una squadra a Conflenti. Quindi quando i fondatori mi hanno invitato a far parte della dirigenza non potevo dire di no.
R: Perchè ho visto che erano quattro ragazzi volenterosi e gli ho voluto dare una mano. Stavano creando un bel progetto per Conflenti.
L: La decisione è stata facile perchè il progetto era bello, la squadra mancava da tanto tempo. Ero sicuro sarebbe stata una bella esperienza e una buona opportunità per occupare il tempo durante l’inverno.
N: Perchè mi è sembrato un bel progetto e poi i ragazzi meritavano. Sono dei bravi ragazzi.
V: Perchè l’invito mi è arrivato da persone a me molto care. Quindi ho deciso di sposare questo progetto molto ambizioso.

Ora che siamo a fine campionato, ci puoi dire se ti aspettavi qualcosa di diverso?

C: No, sono stato positivo fin da subito. Arrivare a maggio con tutti i ragazzi con cui abbiamo iniziato e creare questo movimento in paese con i tifosi, semplici sostenitori o spettatori, è un motivo di orgoglio.  E’ successo tutto quello che mi aspettavo.
R: No, sono contentissimo perchè si è creato un bel gruppo. I risultati sono arrivati e sono felice per l’entusiasmo che c’è in paese e all’interno della squadra.
L: In realtà no, la prima stagione è andata più o meno da previsione. Abbiamo avuto un pà di difficoltà all’inizio, una squadra nuova, tanti ragazzi nuovi al calcio a 11. Poi siamo cresciuti col tempo. La cosa principale, che forse è stata la sorpresa più grande, è stato il gruppo che è andato oltre le aspettative. E’ stata la cosa migliore che abbiamo fatto.
N: Sinceramente mi aspettavo peggio. Sono felicissimo di com’è andata.
V: No, anzi sono stato molto sorpreso da tutti i ragazzi che hanno preso con molta passione questo progetto.

Progetti per il prossimo anno?

C: Sicuramente partire un pò meglio a inizio campionato e soprattutto far crescere i ragazzi più giovani all’interno della squadra.
R: Per il prossimo anno la squadra si fa e questo è già un dato di fatto. Vorrei che ci fosse lo stesso entusiasmo che c’è stato quest’anno.
L: Sicuramente quelli di mantenere il gruppo, di allargarlo un pò, trovare qualche altro ragazzo. Sul campo fare qualche risultato migliore, arrivare a una posizione di classifica più alta.
N: Continuare a fare meglio.
V: Insieme agli altri dirigenti abbiamo già programmato buona parte del prossimo campionato.

Lo chiediamo anche a voi dirigenti.  Un aggettivo per Mister Cerqua e uno per Mister Cicerone.

C: Mister Cerqua molto esigente sia in allenamento che in campo. Cicerone un forte motivatore.
R: Mister Cerqua (essendo mio fratello lo posso dire) “cacacazzi”. Mister Cicerone ecclesiastico.
L: Per Mister Cerqua direi cresciuto, visto che come tutta la squadra anche lui ha avuto un periodo di crescita durante tutto l’anno. Poi le tifose mi dicono anche bello, non so se questo vale. Cicerone, ripeterò il parere di qualche giocatore, assolutamente uomo di chiesa.
N: Sono due persone da prendere come esempio..nello sport!
V: Allora per Mister Cerqua.. preciso. Per Cicerone pacato.

Con una sola parola descrivi questo primo campionato:

C: Emozionante.
R: Eccezionale.
L: Fantastico.
N: Bello, bellissimo.
V: Altalenante.

Pensieri e parole…dei tifosi!

Diego Burgo: E’ stata una bella esperienza, soprattutto per Conflenti visto che la squadra mancava da tanto tempo. C’è da fare un plauso ai ragazzi che hanno messo in piedi il tutto. Anche loro sono alla prima esperienza, sicuramente è stato difficile ma hanno creato tanto entuasiasmo e questa è la cosa bella.

Mario Calipari:  La squadra è andata benissimo. Solo che i giovani, al sabato sera, massimo mezzanotte dovrebbero andare a letto a riposare. Non bere troppo birre e non si devono ubriacare!

Francesco Stranges: Secondo il mio avviso c’è tanto da lavorare. C’è da ammirare la buona volontà dei ragazzi che si sono impegnati al massimo. La conferma ultima con la new entry Ciconte che si è procurato un rigore e l’ha segnato.

Nando Mastroianni: “A notte s’hanu e jire a curcare!” Forza Conflenti!

Francesco Esposito: Grande squadra!

Giorgio Villella: Sicuramente si è notato che c’è stato un gruppo molto unito fin da subito, soprattutto in campo. E’ stato divertente. Ci sono le basi e la necessità di migliorare molto dal punto di vista tecnico. Per essere la prima volta è stato fantastico non solo per i ragazzi in campo, ma anche per noi del pubblico che ci siamo divertiti tantissimo durante le partite. Grazie a tutti, ciao!

Andrea Gagliardi: E’ stato bellissimo sostenerli per tutto il campionato. Mi piacerebbe far parte di questo gruppo, il prossimo anno, e prendere il posto di Carlo il portiere!

Don Adamo: Ragazzi, ottimo campionato. Come prima esperienza è positiva sicuramente. Anche perchè ho visto che avete fatto gruppo e il gioco del calcio non è il singolo ma la squadra, lo spogliatoio in particolare. Bravo l’allenatore che ha saputo gestire  lo spogliatoio. Bravi ai tifosi che sono stati più bravi di voi, si potrebbe dire. Vi hanno seguito, soprattutto le ragazze! Da questa esperienza imparate che insieme si vince, singolarmente si perde. Forza e andate avanti!

Carmen Mastroianni: Forza Conflenti!

Marco Villella: Sicuramente un’esperienza bellissima. Da rivivere. Vi abbiamo appoggiato dalla prima partita e continueremo così anche l’anno prossimo.

Maria Villella: Io sono fiera e orgogliosa di voi. Ci vediamo al prossimo campionato.

Pasqualino Mastroianni: Ci hanno ridato l’entusiasmo perso negli anni. Forse parlo un pò da veterano perchè ho vissuto l’era gloriosa dell’AC Conflenti. Voglio ringraziarli per aver fatto sì che a Conflenti si è venuto a creare l’entusiasmo di una volta.

Robertino Villella: Un campionato bellissimo, non per i risultati ma per quello che hanno creato.

Massimo Folino: Speriamo che il prossimo anno ci sia un gruppo più bello e più forte. Speriamo l’anno prossimo di avere qualche risultato in più. Comunque una bellissima stagione.

Paolo Carino: Un anno bellissimo. Le cose fatte con il cuore vengono fatte molto bene.

L’intervista del mercoledì, ultimo atto: dirigenti e tifosi, a voi la parola! ultima modifica: 2019-05-08T09:11:00+02:00 da Asd Conflenti
To Top