NOI CONFLENTESI SE PASSEGGIAMO

Il traffico di Conflenti d’estate: 30 minuti da Pumetta a Santa Maria

Conflenti d'estate

Il traffico di Conflenti d’estate è un fattore che si deve tenere in considerazione, specialmente se uno sta andando in fretta. Via Marconi e Via Garibaldi, in particolare quel percorso di circa 700 metri che va dalla fontana di Pumetta a Santa Maria, è la strada più affollata sia di mattina che di sera. Perciò, si consiglia ai pedoni di uscire per tempo da casa se avete un appuntamento e, per forza, dovete prendere questa strada a piedi!

Il traffico di Conflenti: in giro per le strade del paese

Quando parliamo del traffico di Conflenti, non parliamo soltanto del traffico per quanto riguarda i veicoli. In questo caso, parliamo del “traffico pedonale”. Si, il traffico pedonale a Conflenti (specialmente nella stagione estiva) è un fattore importantissimo.

Il traffico di Conflenti d'estate.

Via Marconi: la strada principale di Conflenti. PhotoCredit: Amira Celeste Giudice

Dalla mattina alla sera, specialmente tra le ore 9:00 e le 13:00, le 17:00 e le 20:00, e dalle 21:30 in poi, il traffico di Conflenti è nell’ora di punta. Le persone del paese escono di casa per fare la spesa, andare al bar o alla piazza, in chiesa, a lavoro, fare una passeggiata, oppure semplicemente per riempire le bottiglie con l’acqua di Pumetta. Ci sono pure quelli mattinieri che si alzano prestissimo e camminano all’alba e li senti passare sotto casa tua verso le 7:00 del mattino. Comunque, l’importante è essere consapevole del fatto che ci sono questi pedoni per la strada perchè, sicuramente, se ti conoscono (ed anche probabilmente se non ti conoscono) ti salutano, ti fermano per chiacchierare, e ti offrono qualcosa da bere, generalmente un bel caffè.

Uscite di casa in tempo, specialmente se andate in via Marconi!

La strada verso il Santuario è dove il traffico di Conflenti si concentra di più: a volte, ci vuole una mezz’oretta per arrivare dal Comune a Santa Maria. Partendo dal Comune, già passi da fronte al negozio di Quinto, dove sicuramente ti vede passare qualcuno che sta facendo la spesa, ti chiama per salutarti e ti domanda dove stai andando. Intanto, per la strada, passano le macchine: se il guidatore ti conosce, sicuramente, si affaccerà sul finestrino per salutarti oppure ti saluta in fretta mentre prosegue. Ci sono pure quei guidatori più pericolosi che passano accanto a te, ti salutano ed anche proprio parcheggiano la sua macchina in mezzo alla strada per parlare un po’. Tu la prima cosa che fai è guardarti attorno per controllare se ci sono altre macchine che stanno per passare. Continui a camminare e sicuramente troverai per strada Rosina, che ti guarda e ti chiede in un bel dialetto ‘chi ura su?’. Tu le rispondi e lei prosegue a parlarti, ti chiama per avvicinarti e ti racconta sempre qualcosa: in generale, la ascolti e le rispondi sempre ‘si’ alle sue domande, specialmente quando non ci riesci a capire bene quello che lei ti sta dicendo. Un altro stop è, naturalmente, la parrucchiera di Eugenio, che è sempre pronto ad offrirti un caffè al bar o qualcosa da bere, anche se tu le spieghi che l’hai già preso alcuni minuti prima. Prosegui verso Piazza Pontano ed il Bar Centrale dove di solito trovi qualche amico, e dove sicuramente spendi più di dieci minuti a chiacchierare con qualcuno.

Il traffico di Conflenti durante l'estate.

Piazza Pontano, Conflenti. PhotoCredit: Amira Celeste Giudice

A questo punto sei già pronto per arrivare al Santuario. Quell’ultimo tratto è, diciamo, il meno affollato, anche se dipende solitamente dal momento del giorno di cui stiamo parlando e dalla settimana di agosto, essendo le ultime settimane le più difficili per transitare perchè arrivano le bancarelle. Comunque, tu prosegui per quella via e, se non ti attrae il profumo del miele che esce del negozio di prodotti tipici di Luciana, sicuramente ce la fai ad arrivare presto alla tua destinazione. Invece, se non riesci a scappare le tentazioni ed entri a comprare qualcosina, dovresti calcolare altri cinque minuti un più. Più avanti, ti saluta Rossella dal suo negozio di vestiti, con cui puoi spendere tranquillamente due ore a chiacchierare, ma di solito prendi quel buonissimo caffè al ginseng al Bar Visora. Piazza Visora è un altro posto dove ci sono sempre delle persone che ti vedono passare e ti salutano con un sorriso e ti offrono qualcosa da bere al bar, anche se ti hanno visto che sei appena uscito da lì!

Traffico a Conflenti

Piazza Visora, Conflenti. PhotoCredit: Amira Celeste Giudice

Un grazie di cuore ai Conflentesi

Anche se ci sono altre strade da prendere per evitare il ‘traffico’, se venite a Conflenti, vi consiglio sempre di prendere via Marconi e di fermarvi ad ascoltare a tutti quelli che incontrate per la strada: proprio tutti! I Conflentesi sono persone molto accoglienti con cui fa molto piacere fermarsi a chiacchierare. Loro avranno sempre qualcosa di dirti oppure semplicemente una parola ed un sorriso per condividere con te. Perciò, se dovete andare verso Santa Maria a piedi, fatemi il favore di uscire con un bel po’ di tempo di casa per poter incontrare i Conflentesi: loro sono l’anima del paese!

Amira Celeste Giudice

Autore: Amira Celeste Giudice

Sono di origine italiana, nata in Argentina e abito a Buenos Aires. Traduttrice Giurata inglese spagnolo e Professoressa di lingua inglese per vocazione. Sono molto curiosa e appassionata: amo la cultura, le lingue, la fotografia e la natura. Mi affascinano i libri, posso passare un giorno intero a leggere. Mi godo le piccole cose di ogni giorno come ascoltare il suono della pioggia, guardare le stelle o sentire il profumo di una rosa. Sono appassionata di giardinaggio e, nel tempo libero, mi piace curare il mio giardino. Adoro viaggiare e scoprire luoghi nuovi. Il mio posto preferito nel mondo è Conflenti, la terra di mio nonno. Credo nella bellezza dei miei sogni.

Il traffico di Conflenti d’estate: 30 minuti da Pumetta a Santa Maria ultima modifica: 2018-08-15T10:02:43+00:00 da Amira Celeste Giudice

Commenti

To Top