Il 2 luglio: la festa nel cuore dei conflentesi - itConflenti

itConflenti

CHIESE TRADIZIONI

Il 2 luglio: la festa nel cuore dei conflentesi

Il luogo prescelto: La Chiesa della Querciola durante la sua festa

Ancora oggi, il due luglio la tradizione si ripete e riecheggia l’atmosfera di rituali che si perdono nel tempo. I fedeli del paese e la gente sparsa nelle adiacenti campagne, si recano a piedi nella chiesetta in segno di devozione. Comitive di amici si incamminano sul far del giorno per raggiungere la chiesetta.
Alla festa religiosa dedicata alle apparizioni della Madonna della Quercia si unisce anche l’occasione per una scampagnata fuori porta da trascorrere in famiglia e con gli amici. Ci si intrattiene nelle apposite aree attrezzate. I tavoli posti all’ombra degli alberi vengono occupati nel giro di pochi minuti.

I fedeli, le preghiere, il suono delle campane, le bancarelle variopinte cariche di ogni mercanzia, le immancabili grispelle de Nicola e i polli di Sorsi e Morsi mi hanno ispirato a scrivere questi versi che dedico a tutti i conflentesi.

A Cerzuddra

Nu juornu me truvai supra n’artura
de ntinne de telefunu ammantata
de fragule sarvagge e juri e suddra
u postu chi ve cuntu é ra Cirzuddra.
Supra ssu munte c’è ’na gran Signura,
Madonna de la cerza si chiamata:
e quannu partu pue nun viju l’ura
e non me stancu de la caminata.

A via ‘edi  pitrusa e pocu chjiana
camini chjianu chjianu ppe due ure
na scalunata all’urtimu se nchjiana
a faccia è chjina e gucce de sudure.
E quannu arrivu all’urtima nchjianata
na granne  cruce e latu sullivata 
na coniceddra chiusa a nna mmitriata
me fiermu due minuti a ra pidata.  
Ncantata cce ristai ppe cchjiú de n’ura
guardannu na chjianura scumpinata
ma ccu sse ntinne ciancia ra natura
de fili, nterruttori è mmualicata.

A ss’acqua frisca e leggia c’un ta sienti
m’appuzzu e mi nne vivu na cannata
de cca me gustu tutti li cujjianti
e ri paisi ntuornu a ssiminata.
De timpe de cavuni circunnatu
de case vecchje, nove e arripizzate
me gustu ssu paise tantu amatu
chʼe fattu cchiù de ghjiese ca de strate
Mo me stinnicchiu supra sterva frisca
te sienti nu pueta divintare 
nu miarulu e luntanu canta e bbisca
E sientu e cime e l’arvuri scrusciare.

A lugliu cca na festa è ricurdata
se saglia a pede ppe ffare nu vutu
de tutti ssi paisi è venerata
Madonna da cerza sia lodata.
Nu vuoscu chjinu d’arvuri giganti
na terra de juriddri cummigliata
d’agustu è chjinu e ggenti villeggianti
de scruani se pripara a fiaccolata.
E quannu a ra casa mi nne tuornu
me siantu veramenti ricrijare
e pregu a ra Madonna notti e juarnu
ppe ra famiglia e re pirzune care.

Il 2 luglio: la festa nel cuore dei conflentesi ultima modifica: 2021-07-02T09:30:38+02:00 da Lucy Stranges

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x