itConflenti

MEMORIA PERSONAGGI VALORI ED EMOZIONI

Mario Baratta: per tutti “u sindacu du Piru”

Mario Baratta Primo Piano

Conflenti è un piccolo paese dove per strada ci si saluta con tutti e si scherza senza limiti. Praticamente è impossibile patire la solitudine proprio come succedeva a Mario Baratta. Il guardiano du Piru e per molti il “sindaco”. Eh si ! Mario era chiamato da tanti sindaco perché fin dalle prime ore del mattino era in giro. Persona semplice, alla buona, non si impicciava degli altri; era uno di noi che viveva la realtà dei nostri tempi. Certo, a suo modo, anche se schivo e piuttosto riservato. Nella sua vita non c’era nulla da pianificare e inventare. Andare a letto presto e alzarsi presto era il suo motto. Nel momento in cui andava a dormire sapeva già cosa fare il giorno successivo, in modo  preciso.

Mario Baratta…

Al mattino, era d’obbligo la prima fermata al piro a ru purture du paracu e li lo aspettava chi partiva a ra robba, gli scolari, i negozianti che aprivano le botteghe e ru pisciaru. Poco prima di mezzogiorno si recava al bar centrale, punto focale della vita quotidiana.
Mario, ascoltava sempre in silenzio. Sapeva tutto di tutti: pettegolezzi, litigi, chiacchiericci e discussioni tra gli abitanti. Era rilassante ascoltare quelle chiacchere senza impegno. Chiacchere che gli tenevano compagnia fatte di eventi quotidiani. Erano pettegolezzi è vero, ma a lui non interessava scoperchiare la vita altrui. Guardava il mondo con occhi limpidi di chi non ha mai fatto un torto a nessuno. Era il suo mondo.
Nelle prime ore del pomeriggio arrivava a re culonne.

Non vi era posto migliore dove socializzare, curiosare e fare un  riposino. Un luogo radicato nel fondo delle memorie degli uomini Conflentesi il fulcro delle news, dei pettegolezzi, delle voci di corridoio, degli scoop politici. E Mario si sa, è come il prete: vede tutto, ascolta tutto ma non racconta nulla. Trascorre la sua vita per le vie del paese percorrendo ogni giorno la strada principale di via Garibaldi. Con le mani  dietro la schiena che bilanciavano il peso del corpo e con passo sempre frettoloso ha trascorso così la sua vita. Mario, si fermava a parlare con tutti instaurando un rapporto d’amicizia e colmava così l’abisso di indifferenza che a volte circonda la vita di chi vive per strada. L’isolamento, la mancanza di legami, i familiari lontani probabilmente hanno reso difficile la sua vita e si sa che la compagnia è un sostegno per chiunque.

Mario Baratta: per tutti “u sindacu du Piru” ultima modifica: 2020-12-29T12:45:51+01:00 da Lucy Stranges

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x