L'estate a Conflenti: Il ritorno della vita pulsante - itConflenti

itConflenti

Lucy poesie e racconti

L’estate a Conflenti: Il ritorno della vita pulsante

Panorama Territorio Foto Veronica Carullo E1712237507201

Conflenti si risveglia con i primi calori, anticipando l’arrivo dell’estate e il ritorno della vita pulsante che lo caratterizza. Gli emigrati arriveranno da tutte le parti, riempiendo le strade di nuova vitalità. I negozi, attirando l’attenzione con le loro vetrine colorate, resteranno aperti fino a tardi, offrendo una vasta selezione di verdura, frutta e prodotti locali, arricchendo così la tavola di sapori genuini. Una passeggiata verso i bar, diventa occasione per ritrovare gli amici di sempre e conoscenti. E poi la visita alla Madonna della Quercia l un momento speciale, per ringraziare o pregare per una grazia ricevuta, o semplicemente per vivere un momento di spiritualità e contemplazione. Un gelato fresco, mentre si passeggia versu e Destre, regalando momenti di puro piacere.

Conflenti Foto Di Serena

Proseguendo lungo la strada principale, un tempo polverosa , si giunge poi al vecchio forno, simbolo di tradizione e autenticità. La passeggiata u Piru appinninu è un viaggio attraverso il tempo e la cultura. I portali antichi accolgono i visitatori con il loro fascino senza tempo, mentre i balconi inghirlandati di fiori e gerani aggiungono un tocco di colore e vita al paesaggio. A Chjiazza , dominata dalla maestosa chiesa di Sant’Andrea recentemente restaurata, è un luogo di spiritualità. L’aria fresca e rigenerante da Lupa avvolge il camminatore mentre procede incuriosito. Ed ecco l’uortu i Stiddri che affaccia sull’antico carcere militare della Triponia ricordando le storie del passato. Si erge come un monumento silenzioso di un tempo passato. I suoi ruderi, con le mura ancora in piedi, trasmettono una sensazione di mistero e di fascino decadente.

Sant'andria

Le pietre consumate dal tempo raccontano storie dimenticate, quasi sussurrate al vento, di una realtà ormai scomparsa. È come se quei resti architettonici fossero porte verso un mondo perduto, invitando chi li osserva a immaginare le vite e le esperienze di coloro che vi hanno soggiornato. Verso a Mmaculata, una breve sosta a ra Ntinna invita alla riflessione e alla memoria dei tempi trascorsi. La chiesa dell’Immacolata che ha resistito a una grande alluvione racconta storie di resilienza e comunità, mentre i ricordi delle feste dell’8 dicembre, con tarantelle e vino, permeano l’atmosfera di gioia e celebrazione. Risalendo Pumetta adiertu uorti e vigne si estendono a destra e a sinistra raccontano una storia di antica tradizione agricola a Conflenti.

Fontana di Pumetta
Pumetta

Le terre lavorate ancora , testimoniano il duro lavoro e la dedizione delle famiglie locali che coltivano con passione frutta di stagione e una varietà di ortaggi. Lungo il percorso, l’acqua fresca di Pumetta offre un momento di refrigerio, mentre la vista di Martirano Antico e Lombardo regala sensazioni di pace e serenità. Di fronte la maestosità della croce e la bellezza naturale della Querciola. Il borgo di Conflenti superiore racconta una storia affascinante di lavoro e tradizione, un angolo antico di paese che sembra quasi dimenticato dal tempo.

Preparzione Mastazzole1

Le stradine strette e in alcuni punti tortuose custodiscono le memorie delle donne impegnate nel loro artigianato, creando dolci prelibati come mastazzola, buccunotti e suspiri, che riempivano l’aria con il loro profumo invitante. Gli uomini,del borgo, si dedicavano alla costruzione di varrili e panari, contribuendo alla vita economica e sociale della comunità con il loro mestiere. Nonostante il borgo sia quasi del tutto disabitato, le sue vie trasudano ancora l’energia e la creatività di chi lo abitava, lasciando un’impronta tangibile della sua ricca storia e delle sue tradizioni.

È davvero meraviglioso vivere la vita di paese, con la sua semplicità e autenticità. Ogni giorno è scandito da piccoli gesti, un saluto amichevole, e tanto amore che si percepisce nell’aria. Le persone, ti salutano con calore e ti fanno sentire sempre a casa. Il borgo è un luogo dove il senso di comunità è forte e dove la vita scorre con una tranquillità che nutre l’anima.

L’estate a Conflenti: Il ritorno della vita pulsante ultima modifica: 2024-05-18T07:00:00+02:00 da Lucy Stranges

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x