CHIESE SITI RELIGIOSI

Il bello del luogo prescelto da Maria: la Querciola

Un immersione nel “Bello” del luogo prescelto, creato da Nathanael Theuma, nel silenzio della natura. Li dove 439 anni fa la Mamma di Gesù ha scelto di mostrarsi all’umanità. Dove oggi chiunque riesce a incontrare Dio.

Questo, il luogo prescelto

Era il 7 giugno, era un giovane, era un messaggio, era una volontà divina… “Vai e porta questo messaggio, la madre del Signore vuole che venga costruito un tempio in località Visora”. Da lì a poco, il tempio venne eretto. Oggi, in tutto il suo splendore, con opere d’Arte bellissime, immagini sacre, con tutta la sua maestosità accoglie pellegrini da tutta la Calabria.
Ma altrettanto importante è il luogo dove tutto ebbe inizio, Serra Campanara. Le mappe lo indicano come Querciuola; Querciola o Cerzulla definito da chi quel posto lo frequenta abitualmente.

il luogo prescelto: Querciola

Com’era prima della ristrutturazione

Vi racconto una storia…

Un malato andò in Querciuola per chiedere una grazia. Lui con la vista annebbiata e con il dolore che voleva portarselo via. E un amico che lo ha accompagnato di sua iniziativa verso quell’ultima spiaggia. Era dolorante, a causa delle buche presenti sulla strada per raggiungere la montagna sorretta dalla Croce e da quella chiesetta quasi totalmente abbandonata. A stento riusciva a camminare, un passo trascinava l’altro, con le ultime forze rimaste su quel terreno arido. Si affacciò dalla porta perché la chiesetta era chiusa, una preghiera e di nuovo a casa, ad aspettare qualcosa.

Il potere del luogo prescelto

E poi… Guarì, riuscì a vedere la figlia laurearsi. Organizzarono una grande festa in un locale nel comune di Martirano, vicino a Conflenti. Per arrivare al ristorante si persero e si ritrovarono in una strada al buio tra i boschi, decisero di proseguire. Si fermarono davanti a una graziosa struttura con archi con un insegna, “Rifugio Santa Maria della Bellezza”. In quella macchina c’era quel signore che a stento qualche mese prima riusciva a camminare. Davanti a lui Nathanael e da lì a poche decine di metri quella chiesetta visitata tanto tempo prima. La Madonna lo aveva riportato lì, e lui decise di ringraziare la mamma dell’umanità aiutando Nathanael nel dare a quella chiesetta lo splendore che meritava. Il 2011 tutto fu compiuto. Le insegne che da Lamezia indicano la strada fino alla Querciuola riportano “Chiesetta dell’Apparizione”.

Il luogo prescelto: La Chiesa della Querciola durante la sua festa

La trasformazione

La chiesa che sembrava abbandonata oggi si presenta con le tede di Nathanael che raccontano la vita di Maria. Quel dipinto sulla navata centrale che raffigura la prima apparizione sulla quercia. Si tratta di un dipinto che diventa reale grazie alla maestranza dell’artista maltese che ha posizionato una vera quercia e soprattutto, per come dicono gli abitanti del posto, parte dell’originale quercia dove la Madonna si poggiò. Quella reliquia che per anni fu deposto in soffitta ma che oggi si trova davanti agli occhi dei fedeli. Gli abitanti del posto raccontano che in quell’occasione i pezzi di legno sparsi in tutta l’area divennero sangue. Uno degli ultimi proprietari del suolo dove sorge la chiesetta ha deciso di piantare una nuova quercia dove i suoi avi raccontavano fosse il punto esatto. Proprio lì dietro la “pedata” della Madonna, l’impronta sulla pietra dove Lei si poggiò.

Il luogo prescelto: l'interno della chiesa ristrutturato

Il 2016 e il 2017 anni della svolta per questo luogo. Vicino alla Chiesetta, nasce l’accogliente comunità femminile Fazenda da Esperanza. Ultimati anche i lavori del Monastero della Madonna delle Grazie  e della Misericordia con l’ingresso in clausura delle Sorelle Povere di Santa Chiara. Tutto è compiuto…

Ema Rox

Autore: Ema Rox

Sono Emanuele, abito nella periferia di Conflenti. Ho svolto studi tecnici ed oggi lavoro presso uno studio di ingegneria in Calabria, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, oltre a tutto ciò che riguarda le fonti rinnovabili e il risparmio energetico.
Sono cresciuto Conflenti e vivo a Conflenti dove ho messo su famiglia insieme a Rossella. Abbiamo due figli. Sono il presidente dell’ASD Conflenti Trekking, associazione che lavora in ambito turistico nell’area del Monte Reventino e nel territorio di Conflenti basandosi sull’escursionismo in montagna e nei centri storici oltre che a fornire servizi alla collettività conflentese legati allo sport e al divertimento. Il mio motto è: “credi sempre in te stesso, e lascia la tua impronta”.

Il bello del luogo prescelto da Maria: la Querciola ultima modifica: 2017-04-03T10:38:43+02:00 da Ema Rox

Commenti

To Top