SITI RELIGIOSI STORIE

Fazenda da Esperança a Conflenti: la storia di Luisa

La Fazenda: insegna

La Fazenda da Esperança è una comunità di reinserimento di giovani nella società. Fondata da Padre Hans Stapel in Brasile, oggi è presente in più di dieci nazioni, tra cui Germania, Russia, Messico, Argentina, Paraguay, Guatemala, Mozambico e anche Italia.

Fazenda da Esperança dal Brasile a Conflenti e… nel mondo

In questi anni sono oltre 10.000 i giovani accolti nelle Fazende dove con la vita in comunità, l’esperienza del Vangelo, la comunione dei beni e il lavoro, trovano un senso alla loro vita. Dopo essere precipitati nel mondo della droga, alcolismo, anoressia ecc. Nella nostra nazione sono presenti solo due Fazende da Esperança. Una maschile a Lamezia Terme e una femminile a Conflenti vicino al Monastero alla Querciuola, luogo della prima apparizione mariana avvenuta in questi luoghi nel 1578.

Fazenda: la struttura Innevata

La storia di Luisa

Ho incontrato Luisa, ragazza brasiliana responsabile della Fazenda da Esperança di Conflenti. Ecco cosa mi ha raccontato. “Mi chiamo Luisa Teberga Campos, ho 31 anni e sono nata in Guaratinguetá – São Paulo, Brasile. La mia storia con la Fazenda della Sperança è divisa in più parti. Tutto è iniziato prima che io nascessi, perché la mia famiglia era già molto coinvolta nella parrocchia dove è stato il Frate Hans Stapel, uno dei fondatori della nostra comunità. Come tantissimi giovani che sono arrivati alla Fazenda attraverso un’esperienza dolorosa, la mia non è stata diversa.

luisa con i prodotti realizzati dalle ragazze

 

Ho una famiglia bellissima e piena di amore, ma purtroppo i miei genitori divorziarono. Abbiamo vissuto un periodo di estremo dolore e non riesco a trovare le parole per descriverlo. Ma, come sappiamo, Dio non ci lascia mai soli e la Fazenda ci ha aiutato in ogni momento, di tristezza e gioia, attraverso le parole, tanti incontri e visite, con sorrisi, l’amore e moltissima pazienza. Dopo che lo “tsunami” è andato via (parole della mia mamma), è avvenuto il mio momento particolare con Dio.

La svolta

Durante una vacanza estiva, sono stata invitata a partecipare a una missione in una Fazenda nel nord-est del Brasile. In quel momento tutto era nuovo per me. Il clima, la cultura, le persona, le preghiere…  E anche se lo stile di vita era totalmente diverso da quello che conoscevo io, ho trovato la pace e una grande gioia nel mio cuore. Era Dio che certamente mi chiamava.

Fazenda: veduta della struttura

Dopo alcuni anni, durante l’università, ho deciso di fare un’altra esperienza nella Fazenda, ma questa volta un po’ più a lungo. Sono andata nella Fazenda femminile in Riewend (Germania) e lì sono rimasta per un anno e mezzo. La cosa più bella di questa esperienza è stata quella di vivere nello stesso modo che vivevano le ragazze che erano in terapia, amando, vivendo concretamente la parola del Vangelo e il momento presente. In quel momento ho perdonato mio padre e ora, grazie a Dio, abbiamo un rapporto meraviglioso. Dopo questa esperienza, sono stata per 4 anni in Brasile. Ho finito l’università e ho trovato un ottimo lavoro, forse quel che molte ragazze della mia età desiderano.

La nascita della Fazenda a Conflenti

Dio continuava a chiamarmi e dopo molte crisi, ho lasciato tutto per seguirLo. Nel 2014 sono tornata in Germania e sono diventata la responsabile della Fazenda in Riewend e nell’agosto del 2015 sono stata trasferita in Calabria, per fondare la prima Fazenda femminile a Conflenti. L’esperienza in Italia è veramente bella e appassionante, però confesso che iniziare qualcosa di nuovo, in una nuova terra straniera, è una grandissima sfida. Ma anche nelle difficoltà trovo Dio, che mi ama immensamente, che mi dà la forza quando mi sento debole e che non mi lascia mai. Quindi riassumendo posso dire che oggi “sono nel posto giusto, nel posto in cui mi vuole LUI”.

Emanuele e le ragazze della Fazenda

Le parole di Luisa fanno venire la pelle d’oca e ci fanno capire che basta poco per aiutare il prossimo, senza andare molto lontano. C’è gente, come Luisa che ha donato totalmente la propria vita agli altri. Quello che spetta ai conflentesi è di far sentire Luisa e gli amici della Fazenda a casa.

Ema Rox

Autore: Ema Rox

Sono Emanuele, abito nella periferia di Conflenti. Ho svolto studi tecnici ed oggi lavoro presso uno studio di ingegneria in Calabria, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, oltre a tutto ciò che riguarda le fonti rinnovabili e il risparmio energetico.
Sono cresciuto Conflenti e vivo a Conflenti dove ho messo su famiglia insieme a Rossella. Abbiamo due figli. Sono il presidente dell’ASD Conflenti Trekking, associazione che lavora in ambito turistico nell’area del Monte Reventino e nel territorio di Conflenti basandosi sull’escursionismo in montagna e nei centri storici oltre che a fornire servizi alla collettività conflentese legati allo sport e al divertimento. Il mio motto è: “credi sempre in te stesso, e lascia la tua impronta”.

Fazenda da Esperança a Conflenti: la storia di Luisa ultima modifica: 2017-02-05T12:05:12+02:00 da Ema Rox

Commenti

To Top