I CONFLENTESI RACCONTANO CONFLENTI

itConflenti

PERSONAGGI

Corrado Ferlaino riceve il premio Arti e Professioni 2019

Ferlaino e l'ac conflenti

Che Conflenti abbia dato i natali a uomini illustri è risaputo. Un piccolo centro il cui nome, dalle falde del Reventino, echeggia in tutto il mondo. Al contempo, è cosa nota che questi personaggi abbiano portano, e continuano a portare, onore e orgoglio al nostro borgo e che, soprattutto, portino il nostro piccolo borgo nel proprio cuore, ovunque si trovino, qualsiasi posto di rilievo occupino. Tra i figli della nostra terra oggi ricordiamo Modesto Ferlaino, impresario edile, fratello del giudice Francesco, ucciso dalla ‘ndrangheta nel ’75. Emigrò a Napoli, si sposò, e nel 1931 nacque Corrado. Sì, proprio quel Corrado Ferlaino che fu alla presidenza del Calcio Napoli dal ’69 per oltre trent’anni. Quello che portò il grande Maradona nella squadra partenopea. Che vinse due scudetti, una coppa Italia, una coppa UEFA. E che strappò alla Juventus una Supercoppa Italiana.

Maradona e Corrado Ferlaino
17 maggio 1989: Il presidente Ferlaino e il grande Maradona
dalla pagina Facebook di Corrado Ferlaino

Qualche volta, da bambino, Corrado passava le vacanze estive a Conflenti. E nel paese natale del padre tornò a metà degli anni ’90. Quando l’AC Conflenti, dell’allora presidente Gabriele Mastroianni, gli conferì la  presidenza onoraria della squadra in una sentita cerimonia che si tenne nell’aula consiliare del comune.
Ma Corrado Ferlaino non è famoso soltanto per il calcio. È stato un ingegnere edile e, alla guida dell’impresa del padre, costruì zone residenziali in varie parti d’Italia. È stato pilota, vincitore con la Ferrari, nel 1963, del Campionato Piloti Granturismo. Oggi è Consigliere Federale della FGCI. È stato onorato con il Premio Hall of Fame e l’anno scorso con il Premio Scugnizzo per lo Sport. E proprio questo venerdì ne riceverà un altro. Il premio Arte e Professioni 2019 “Filippo Larussa” istituito dal Rotary Club del Reventino.

Corrado Ferlaino e la cerimonia di consegna del premio Arte e Professioni 2019

Giunto alla sua 24esima edizione, il premio “ha lo scopo di individuare annualmente una personalità di origine, natia e/o operante nel territorio del Rotary Club del Reventino, che si sia distinta mettendo al servizio della comunità i valori culturali e sociali a carattere storico, umanistico, letterario, scientifico, tecnico, artistico e quant’altro scaturente dal proprio lavoro, raggiungendo risultati tali il cui esempio possa servire da stimolo per l’intera società civile ed in particolare per i giovani”.
La premiazione, organizzata dal Rotary Club Reventino e patrocinata dalla Fondazione italiani.it, – il cui scopo è quello di creare una rete di italiani nel mondo, celebrando e promuovendo le bellezze e le eccellenze del Belpaese – si terrà venerdì 26 giugno alle 17.00 presso l’Hotel Miglio d’Oro di Ercolano. E sarà visibile in diretta sulla pagina Facebook di italiani.it.

Corrado Ferlaino: Locandina Premiazione

Tramite la piattaforma Zoom, ci sarà un collegamento con la sala consiliare del Comune di Conflenti. Ad aprire la giornata, un momento di onore alle bandiere. A ciò faranno seguito i saluti dei presidenti del Rotary Club Reventino, Antonio Giacobbe, e di Ercolano Centenario, Salvatore Cilento. Del sindaco di Conflenti, Serafino Paola. E di Paola Stranges, presidente della Fondazione italiani.it. Inizierà subito dopo un panel dal titolo “Quando il calcio fa la storia”, moderato dalla giornalista Sarah Incamicia. Ad arricchire l’evento, gli interventi di Corrado Ferlaino, l’ex presidente del Calcio Napoli, di Massimo Palanca, ex calciatore e di Sante Roperto, giornalista sportivo, anche lui di origini conflentesi. Terminato il panel, Corrado Ferlaino riceverà il Premio Arte e Professioni “Filippo Larussa”. Chiuderà la giornata Raffaele Di Leo, assistente del governatore del Distretto 2100 del Rotary.

Altri conflentesi premiati dal Rotary Club Reventino

Il presidente del Napoli dell’era Maradona non è l’unico personaggio di origini conflentesi ad aver ricevuto questo premio da parte del Rotary Club Reventino. Prima di lui, Franco Roperto, nel 2001 Preside della Facoltà di Veterinaria dell’Università “Federico II” di Napoli. Nel 2006 il premio fu consegnato alla memoria di Vittorio Butera. E infine, nel 2011, a Vincenzo Passarelli, Presidente Nazionale AIDO.

E Conflenti è orgogliosa dei suoi figli sparsi per il mondo e dei traguardi da loro raggiunti.

Corrado Ferlaino riceve il premio Arti e Professioni 2019 ultima modifica: 2020-06-25T09:26:48+02:00 da Redazione
To Top