A CHJAZZA

Quando la satira diventa poesia…

Conflenti a Striscia la notizia

Me sugnu izatu tuttu mpusu stamatina,
Acqua auta ara Triponia, ara Lupa
e ara Marina.
A gente chi gridava e ogni cupa,
Sicuru è a centrale c’ha  cedutu,
No certu u trenu è deragliatu,


U mare motu è arrivatu.
A gente scappa, fuje e se mpruscina,
pigliannu are manu chiddru chi cridianu ricchizza,
Ova,pasta,vinu e cuddrure de sazizze.
Pigliati u pianu de Critelli,
Chi sa de fare? Lijti i cartelli,
Scappati aru Cuazzu
o viarzu u bar Castellu
Faciti Cumu è scrittu
e nu rumpiti u ca@@u,
Ca chista è gente c’ha studiatu,
e certu de nessuna parte a copiatu,
C’è su Miadici e Dutturi
o su certu prufissuri.
Chi capisci tu c’un studi,
Chista è gente laureata
Certamente strapagata,


U problema è solamente
Ca de treni,mari e Centrali nu c’è niente!

Poesia di Gianbattista Folino

 

Paola Stranges

Autore: Paola Stranges

Scrivo per www.italiani.it ed alcuni siti ad esso collegati, mi è sempre piaciuto scrivere fin da piccola . Per lavoro digito su portatile ma, per fermare i miei pensieri utilizzo la mia raccolta di quaderni, penne e articoli di cartoleria ai quali non posso rinunciare. Sono appassionata di cucina, amo viaggiare, fotografare, e guardare vecchi film, passerei ore a leggere poesie. Ho la fortuna di vivere su un’isola e nel tempo libero (poco), mi piace fare lunghe passeggiate rigorosamente vista mare

Quando la satira diventa poesia… ultima modifica: 2017-02-22T06:39:31+00:00 da Paola Stranges

Commenti

To Top