A CHJAZZA

L’anno di un Conflentese

di Mariagrazia Mastroianni

 

Gennaio

Si augura “Buon anno” a tutti, anche al gatto del vicino, perché nessuno deve essere saltato…

Si ammazza “u puarcu”, perché ammazzare “u puarcu” è tradizione…

Il 7 gennaio, invece di pensare alle vacanze finite, si dice “oje a nu mise è u 7 e frevaru”…

Febbraio

Ci si prepara al 7 febbraio, festa patronale del paese, evento religioso dell’inverno…

Se va ara Missa de Sacre Ceneri”…

Si preparano i carri di carnevale, ogni anno sempre più belli…

Marzo

“Cuminciamu a vidire duve jamu a Pasquetta”…

Quaresima con tanto di fioretti per tutti, o quasi…

Aprile

Pasqua,si partecipa a tutte le funzioni a partire dalla domenica delle Palme…

Graniciaddru” da portare in chiesa…

Primavera e colori nuovi…

Maggio

La frase è “chissà si st’annu a portanu ara cattedrale a Madonna nostra, speriamu e no”, frase detta soprattutto da chi in chiesa ci va poco o niente…

“U mise da Madonna” da tutte le parti, per noi è un mese di preparazione a quello che definiamo l’Evento..

Cirase majuline”…

Giugno

Cirase”…

Auguri a tutti i diplomandi, tanto sono al massimo una decina ogni anno, non è difficile ricordarli.

Luglio

“Due Lugliu”… e già solo con questa data, si copre tutto il mese..

Felici e Conflenti…

Inizio “mise da Madonna”…

Agosto

Il mese di Conflenti, più vivo di tutti, fino al pianto conclusivo dell’ultima domenica (o meglio del lunedi) di agosto…

Arrivi e partenze di tutti i Conflentesi all’estero…

Eventi organizzati da parte di chi invece di parlare, preferisce impegnarsi…

Settembre

“E’ passatu u juarnu a Madonna”, questo significa che per noi è già inverno inoltrato e in preda allo sconforto, si pensa al ritorno agli studi o al lavoro….

Ottobre

Se vinnima”, che come il maiale, è tradizione…

Novembre

Santi e Muarti”…

Santu ‘Ndria”…

“È già Natale, Madonna mia”…

“Ncignamu a coglire l’alive”…

Dicembre

Tra novene varie, “a Mmaculata” e Lucia riempiono il periodo pre-natalizio…

Presepi, zampugne, strina, tombolate…e auguri per l’anno che sta per arrivare…

 

Mariagrazia Mastroianni

Autore: Luca Marotta

Luca Marotta. Laureato in Economia Aziendale presso la l’Università della Calabria oggi ristoratore e chef per passione. Adora cani e gatti cui dedica, insieme alla moglie, tempo e risorse. Ad oggi si occupa di oltre 15 cani e oltre 30 gatti tolti dalle strade. Il sogno è arrivare ad aiutarne almeno 1000. Nel futuro prossimo la speranza è di passare dalla gestione di un ristorante a quella un hotel e di riuscire a realizzare un progetto in ambito agricolo. 

L’anno di un Conflentese ultima modifica: 2017-01-28T12:17:15+00:00 da Luca Marotta

Commenti

commenti

To Top