A CHJAZZA

Grispelle, “grispeddre” una bontà irresistibile!

grispelle Sandro

Le grispelle sono un piatto tradizionale della cucina conflentese.
Come la maggior parte dei piatti di una volta, gli ingredienti semplici, legati alla tradizione contadina,
sapientemente lavorati, portano ad un risultato indimenticabile.
Le grispelle sono dorate, croccanti e profumatissime. Impossibile resistere!
La tradizione vuole che si preparino l’8 dicembre, per la sera dell’Immacolata ma, arricchiscono con la loro irresistibile bontà, anche il cenone di Natale e di Capodanno. Si mangiano anche ad agosto, per la Festa della Madonna.

…un po’ di storia

grispelle2Con il passare del tempo, la ricetta si è adeguata ai nostri tempi, ai ritmi moderni e alla praticità di ingredienti più facili da reperire e per questo ha subito delle piccole modifiche.
Una volta le grispelle si friggevano rigorosamente al camino, in una capiente e pesantissima padella di ferro. Mia nonna, Maria Raso, le friggeva nello strutto! Anche se ero molto piccola, ricordo bene la ritualità di ogni gesto.  La farina sulla tovaglia bianca, l’impasto che prendeva forma, la lievitazione… Quando le grispelle avevano raddoppiato il loro volume, nonna andava nel magazzino, “u magazzianu” che era vicino alla cucina, e tornava con un grande barattolo ( buccaccio) di vetro con dentro lo strutto. Poi, con un grande cucchiaio di legno metteva lo strutto in una padella, che poteva contenere tante grispelle, quando si era sciolto ed era ben caldo, iniziava a friggere.
Tutta la cucina profumava di grispelle. Iniziava la festa!

La ricetta originale della grispelle

grispIngredienti
3 Kg di patate
2,5 Kg di farina 00
600 ml di acqua
60 gr. di lievito
sale quanto basta
olio di semi di girasole ( in passato si usava lo strutto)

Procedimento
Lavare le patate, metterle a bollire in una pentola capiente piena d’acqua.
Quando sono cotte, sbucciarle e schiacciarle. Aggiungere il sale, devono essere abbastanza salate.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e buttarlo nelle patate.
Mescolare bene e, man mano buttare un po’ di farina fino ad ottenere un panetto morbido.
Poi “scilare” e dare la forma delle grispelle.
Intanto preparare un tavolo con sopra una tovaglia,  le grispelle vanno infarinate e adagiate sulla tovaglia
dopo di che, vanno coperte in modo che stiano al caldo.
Quando sono raddoppiate di volume, preparare una padella con abbondante olio di girasole.
Quando l’olio è ben caldo, iniziare a friggere.

Ringraziamo Nella Albace per aver fornito la ricetta delle grispelle
Foto di Nella Albace e Sandro Marasco

Autore: Paola Stranges

Scrivo per www.italiani.it ed alcuni siti ad esso collegati, mi è sempre piaciuto scrivere fin da piccola . Per lavoro digito su portatile ma, per fermare i miei pensieri utilizzo la mia raccolta di quaderni, penne e articoli di cartoleria ai quali non posso rinunciare. Sono appassionata di cucina, amo viaggiare, fotografare, e guardare vecchi film, passerei ore a leggere poesie. Ho la fortuna di vivere su un’isola e nel tempo libero (poco), mi piace fare lunghe passeggiate rigorosamente vista mare

Grispelle, “grispeddre” una bontà irresistibile! ultima modifica: 2017-01-28T15:48:04+00:00 da Paola Stranges

Commenti

commenti

To Top